Danno all’immagine e società operanti nella grande distribuzione

Con sentenza del 13 ottobre 2016, la Corte di Cassazione, facendo seguito ad un consolidato orientamento giurisprudenziale, ha nuovamente sancito la configurabilità del danno all’immagine in favore delle persone giuridiche, statuendo tuttavia la necessità dell’allegazione e della prova del pregiudizio, da parte della società.

Fonte:

Cassazione Civile, 13 ottobre 2016, n. 20643

La pronuncia, seguendo un orientamento già precedentemente sancito dalla giurisprudenza di legittimità (Cass. Civ. n. 23401/2015; Cass. Civ. n. 22396/2013; Cass. Civ. 18082/2013), ha definitivamente stabilito che “in materia di responsabilità civile, anche nei confronti delle persone giuridiche ed in genere degli enti collettivi, è configurabile il risarcimento del danno non patrimoniale che si identifica con qualsiasi conseguenza pregiudizievole della lesione di diritti immateriali della personalità costituzionalmente protetti, ivi compreso il danno di immagine”.

Un siffatto pregiudizio non patrimoniale deve essere considerato come la diminuzione della considerazione della persona giuridica o dell’ente relativamente alla sua immagine, sotto i seguenti due punti di vista:

  • incidenza negativa che tale diminuzione comporta nell’agire delle persone fisiche che ricoprono gli organi della persona giuridica o dell’ente; e
  • incidenza negativa che tale diminuzione comporta nella considerazione da parte dei consociati in genere o di settori o categorie di essi con le quali la persona giuridica o l’ente interagiscono normalmente.

La Suprema Corte ha altresì aggiunto che il danno non patrimoniale debba essere liquidato alla persona giuridica o all’ente in via equitativa, tenendo conto di tutte le circostanze del caso concreto.

Infine, è stato precisato tuttavia che, non costituendo il pregiudizio un mero danno-evento, e cioè “in re ipsa”, è necessario che lo stesso sia oggetto di allegazione e di prova da parte della società lesa, anche tramite presunzioni semplici.

Lascia un commento