Andrea Pantaleo

"Se ti sembra che una norma non abbia senso logico, allora vuol dire che la stai interpretando nel modo sbagliato", diceva sempre mio nonno magistrato.

Con questo motto ben impresso nella mente, decidevo di iniziare la facoltà di giurisprudenza e dedicare la mia vita professionale al diritto. Conseguita la laurea nel 2004 con tesi in diritto pubblico internazionale, sfiorata la carriera diplomatica che mi avrebbe costretto ad una forse indesiderata vita da girovago per il mondo, gli eventi mi hanno portato ad iniziare il più o meno lungo percorso che porta all'avvocatura.

Fin da subito, non chiedetemi il perché, ho sentito una fortissima attrazione (parlare di vocazione mi sembrerebbe esagerato) per il complesso mondo dei mercati finanziari, ed è per questo motivo che ho deciso che questa sarebbe stata la mia area di specializzazione. Certo che, nipote e figlio di magistrati, non ho potuto ignorare la mia vocazione (in questo caso si, è una vocazione) per il contenzioso.

E' stato così, un po’ per caso un po’ per scelta, che da ormai 10 anni mi occupo di contenzioso di diritto dei mercati finanziari. Gli ultimi anni mi hanno però insegnato che il mercato assicurativo, e la relativa disciplina giuridica, si è sempre più avvicinato a quello bancario e finanziario. Gioco forza il diritto assicurativo, ed in particolare quella parte che si occupa di istituzioni finanziarie e di prodotti assicurativo-finanziari, è diventato un necessario completamento della mia area di specializzazione.

Long story short: collaboro con il dipartimento di contenzioso di DLA Piper Milano, con specializzazione in diritto bancario, finanziario e assicurativo. Sono un litigator per vocazione e per passione, ma spesso devio sulla strada della consulenza stragiudiziale per tematiche prevalentemente regolamentari.

"Se ti sembra che una norma non abbia senso logico, allora vuol dire che è scritta con i piedi". Ecco cosa risponderei oggi a mio nonno, che ha avuto la fortuna di vivere in una fase storica di estrema raffinatezza giuridica, privilegio che oggi ci è spesso negato.

Le obbligazioni subordinate: l’adeguatezza ieri, oggi...

In allegato un mio articolo recentemente pubblicato sul sito di “diritto 24” sul tema “caldo” …

Promotore e cliente: chi è senza...

Il contenzioso relativo agli atti illeciti commessi dai promotori finanziari è forse uno dei pochi …

In banca come al casinò

Dopo aver varcato le porte di una filiale di banca, non ci si aspetta di …